Storia

Quotidiano | Categorie: Storia, Cultura

Arzignano, Vivi la tua Terra 2017: La Bella va in Filanda

ArticleImage Ultimo appuntamento di Luglio di Vivi la tua Terra 2017 organizzati dalla Pro Loco: Venerdì 28 alle ore 21,00 nel Parco di Villa Brusarosco ad Arzignano, andrà in scena lo spettacolo "La Bella va in Filanda".

Serata con Fiorella Mauri e Luciano Zanonato che, attraverso letture, racconti, musiche d'atmosfera e canti delle filandiere, coinvolgeranno gli spettatori nel clima del lavoro in filanda. Nella nostra Valle le filande tra l'800 e gli anni 20 del '900, con la loro produzione serica, strapparono il primato nazionale alla provincia di Como. Il lavoro in filanda produsse anche una "cultura della filanda" che contribuì a rendere le donne più consapevoli delle proprie capacità e della dignità di lavoratrici.

Ingresso libero al termine un piccolo brindisi di saluto.

In caso di pioggia l'evento si terrà nella Chiesa Restaurata di S. Bortolo.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Scuola e formazione, Storia, Cultura

Arzignano, Schegge dimenticate: la drammatica storia dei fratelli Caneva

ArticleImage Venerdì 7 Luglio alle ore 21,00 nella piazzetta di fronte alla Biblioteca Bedeschi, la Pro Loco di Arzignano, in collaborazione col Comune di Arzignano, vi porterà a ripercorrere una storia drammatica e a lungo dimenticata : quella dei Fratelli Caneva. Due di loro, Amleto ed Igino, morirono in un campo di concentramento in Germania mentre Sergio, Jertha, Lino rischiarono la vita durante la Resistenza e, con il loro contributo, ci hanno permesso di vivere in un'Italia libera dalla dittatura. Racconteremo le loro storie e il nostro territorio dopo l'8 Settembre 1943; lo sfascio dell'esercito, i soldati e la popolazione lasciati in balia dei nazisti e dei fascisti repubblichini. Il ricordo sarà ravvivato dai fratelli Adriano e Pierluigi. Questo evento fa parte anche uno dei 4 progetti inseriti nell'Alternanza Scuola Lavoro che anche quest'anno la Pro Loco di Arzignano svolge con il Liceo Da Vinci di Arzignano.

Al termine un piccolo brindisi di arrivederci.

 

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Storia, Cultura

Schio, una mostra per ricordare i 200 anni di Schio Città

ArticleImage Nella ricorrenza dei 200 anni dalla intitolazione di Schio a Città, il Comune ha allestito una mostra al piano terra di Palazzo Fogazzaro: "1817-2017. Schio dalla intitolazione a Città ad oggi" . La mostra ripercorre i momenti più significativi della città negli ultimi 200 anni, soffermandosi sull'origine dello stemma e del nome attraverso i documenti esposti che ne raccontano la storia. Una infografica accompagnerà il visitatore lungo lo scorrere del tempo, sostando nelle pietre miliari di Schio: gli anni '60 e 70 dell'800 in cui la città ha un balzo con Alessandro Rossi, le nuove istituzioni e l'espansione urbanistica legata alla presenza della fabbrica; il 1917, in cui Schio subisce una modifica e uno sconvolgimento delle funzioni per essere diventata retrovia del fronte della prima Guerra Mondiale; fino ad arrivare ai decenni più recenti, con la realizzazione delle aree industriali e la gestione dei relativi servizi. Sono inoltre esposti, per la prima volta dal 2004, periodo in cui furono restaurati, due dei tre dipinti con i vicari vicentini che rappresentano il potere della Serenissima a Schio. Hanno grande valore storico perché sono istantanee dell'epoca e documentano l'omaggio rispettoso che Schio rende ai vicari, nonostante nel suo desiderio di indipendenza, soffrisse di essere subordinata alla città di Vicenza.
La mostra apre il 29 giugno e sarà possibile visitarla fino al 10 settembre.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Libri, Storia, Fatti, Cultura

Valdagno, domani sera il ricercatore Samuele Sottoriva presenterà il suo libro sulla storia industriale della Valle dell'Agno

ArticleImage Appuntamento domani sera 31 maggio alle ore 20.30 a Palazzo Festari con la presentazione del libro del ricercatore Samuele Sottoriva, dal titolo "Energia dall'acqua. Le centrali idroelettriche dell'alta valle dell'Agno". Si parlerà delle centrali idroelettriche dai Marzotto dell'Ottocento in poi. Realizzate dalla Marzotto a cavallo tra Ottocento e Novecento per fornire energia agli stabilimenti di Valdagno e del Maglio, furono un elemento fondamentale per la crescita del Lanificio. Un sistema di piccoli impianti che si sviluppano tra Recoaro e Valdagno, con un profondo legame con il territorio, collegati l'uno all'altro in modo che la preziosa risorsa non venga mai sprecata. Centrali idroelettriche che segnano ancora oggi il paesaggio con le loro diverse opere: briglie di presa, canali derivatori, ponti canali, bacini di carico, condotte forzate, edifici motore. Di ognuna di esse viene qui ricostruita l'intera vicenda: sono descritti gli opifici preesistenti nella zona (mulini, segherie, magli), i progetti originari con le relative planimetrie, le modifiche e le varianti operate, le opposizioni riscontrate, i rinnovi concessi o mancati, le vicende salienti. Fino al recente passaggio di proprietà a Eusebio Energia e Impianti Agno e ai notevoli interventi di riattivazione e ristrutturazione. Arricchiscono il volume due testimonianze e una mappa con la localizzazione degli impianti.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Ambiente, Storia

Arzignano, Valbruna tra storia e leggenda

ArticleImage Un nuovo appuntamento della rassegna Vivi la tua terra della Pro Loco di Arzignano.Per gli incontri Vivi la Tua Terra, organizzati dalla Pro Loco di Arzignano, in collaborazione con il Comune di Arzignano, venerdì 26 Maggio 2017 alle ore 20,30 presso l'Auditorium delle Scuole Medie Motterle la Scuola Primaria di Tezze presenta : Valbruna tra storia e leggenda. I bambini delle classi terza, quarta e quinta, aiutati dalle loro insegnanti, realizzeranno un evento tratto dal libro Storie e Leggende della Terra del Chiampo di Fernando Zampiva. Partecipano alla serata Tono De Marzi e gli alunni dell'Indirizzo Musicale diretti dal Prof. Silvio Cavaliere. Serata ad ingresso libero.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Libri, Storia, Fatti, Economia&Aziende

"Roi. La Fondazione demolita", Mario Giulianati: leggete il libro con i suoi fatti e gli interrogativi ancora senza risposta

ArticleImage Mercoledì 10 maggio dovevo essere alla presentazione di un libro e precisamente "Roi. La Fondazione demolita" di Giovanni Coviello, purtroppo per un contrattempo non mi è stato possibile esserci, ma le cose che avrei dovuto dire in quella circostanza cercherò di metterle per iscritto fosse solo per farmi perdonare della mia non voluta ma obbligata assenza dagli amici che avevo invitato all'iniziativa. Rimane l'invito a tutti i lettori di leggersi il libro sia per il contenuto specifico legato alle vicende degli ultimi anni della gestione della Fondazione Roi, sia per conoscere meglio il fondatore, il Marchese Giuseppe Roi, detto Boso, che viene descritto molto chiaramente dal professor Italo Francesco Baldo nella sua presentazione. Personalmente affronto l'argomento con una chiave di lettura/scrittura diversa.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Storia, Animali, Fatti, Cultura

Montecchio, conferenza pubblica su "Gli animali della Grande Guerra"

ArticleImage Il Museo delle Forze Armate di Montecchio Maggiore organizza una serata dedicata ai commilitoni dimenticati della Grande Guerra: gli animali. Hanno salvato vite, hanno sofferto, sono morti. A milioni.
Una storia ai più sconosciuta, che giovedì 18 maggio alle 20,45 in Sala Civica Corte delle Filande sarà illustrata da Stefano Guderzo, nell'ambito delle Serate del Centenario 2017.
L'incontro, ad ingresso libero, è organizzato dall'Associazione Cultori della Storia delle Forze Armate con il patrocinio della Città di Montecchio Maggiore.

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Politica, Storia

25 aprile a Vicenza, Giovanni Rolando: la libertà non è mai conquistata una volta per tutte

ArticleImage Il 25 aprile è stato celebrato in tutta Italia pur se con vecchie e con nuove polemiche che, bisogna pur dirlo, nascono, per le vecchie, da una non completa rivisitazione della storia del periodo della "Liberazione" e, per le nuove, dall'inclusione a volte forzata di nuove commemorazioni e di testimonianze di situazioni di conflitto attuali che si richiamano, certo, allo spirito della liberazione dalle tirannie ma che introducono più elementi di dissidio che non di identificazione in una libertà generale senza bandiere di parte. A ricondurci allo spirito originario della celebrazione del 25 aprile è Giovanni Rolando, esponente Dem storico che, a margine delle celebrazioni ufficiali di stamattina in Piazza dei Signori a Vicenza, esprime un pensiero che non si puà non condividere (qui la photo gallery, ndr).

Continua a leggere
Opinioni | Quotidiano | Categorie: Politica, Religioni, Storia

Tra il Papa e il 25 aprile c'è Yom HaShoa, oggi 24 aprile

ArticleImage

Premessa per il direttore: Visto che non sono buona né con il Papa, né con l'Anpi... veda lei se pubblicare, io chiedo sempre ospitalità, lei me la dà, altri tagliano o mi impongono tagli, ma poi se uno non pubblica non mi arrabbio.

Ricorre il 24 aprile Yom HaShoah (יום השואה yom ha-sho'āh), conosciuta anche come Giornata del Ricordo della Shoà e cade il ventisettesimo giorno di Nissan. In origine si pensava di celebrarla il 15 del mese (calendario ebraico lunisolare), data che fu subito scartata perché coincideva con il primo giorno di Pesach (Pasqua ebraica) e si scelse il 27 di Nissan, in cui ricorre anche l'anniversario della rivolta del Ghetto di Varsavia (19 aprile 1943, che è il centonovesimo giorno del calendario gregoriano). Fu una scelta ragionata con il pragmatismo ebraico, cade otto giorni prima di Yom Ha'atzmaut'ut, ovvero la festa dell'indipendenza di Israele e la legge fu firmata da David Ben Gurion e Yitzhak Ben Zvi, allora rispettivamente Primo Ministro e Presidente di Israele (qui la photo gallery).

Continua a leggere
Quotidiano | Categorie: Storia, Diritti umani, Fatti, Cultura

Cornedo, "Storie dai Lager". Un evento per ricordare l'Olocausto

ArticleImage Venerdì 28 aprile alle ore 20.30 a Villa Trissino si terrà la presentazione del libro "Storie dai Lager" di Giancarlo Feriotti e Enzo Zatta (editrice Mursia). Verranno raccontate quattro storie di prigionia tra le voci di chi è tornato, ma anche di chi non è tornato. Protagonisti delle storie sono Fritz Wandel, Ferruccio Bortolami, Giovanni Feriotti e Delfina Borgato. L'evento, organizzato dal Comune di Cornedo, è a ingresso libero.

Continua a leggere
<| |>





Commenti degli utenti

Martedi 17 Ottobre alle 19:01 da jobtwodott
In Terroni e Polentoni voteranno assieme per l'autonomia del Veneto

Martedi 3 Ottobre alle 07:19 da kairos
In Jacopo Bulgarini d'Elci va alle primarie con la continuità come omaggio a mr. Variati: sarà il "falso nueve" di mr. Sarri o solo il sogno di un nueve biancorosso? Il video confronto con Variati del 2008
Gli altri siti del nostro network